IDEAS TECHNOLOGY RESOURCES HISTORY
THE ESSENCE OF LEADERSHIP

Via Giovanni Fattori, 6

42019 Scandiano (RE) Italy

Menu
PROCESSO DI FINITURA 4.0: L’AUTOMAZIONE NELLA SQUADRATURA A SECCO

PROCESSO DI FINITURA 4.0: L’AUTOMAZIONE NELLA SQUADRATURA A SECCO

6 dicembre 2018 | News | News Tecniche


Impatto ambientale, risparmio ed efficienza energetica: queste sono alcuni dei leitmotiv che caratterizzano la ricerca e sviluppo di BMR, il cui scopo è quello di garantire la massima efficienza produttiva sia in termini di prodotto finale sia di controllo dei costi produttivi.

Top Squadra Dry, fiore all’occhiello dell’azienda di Scandiano nell’ambito della squadratura a secco per formati tradizionali e per lastre, è stata presentata a Tecnargilla 2018 nella sua nuova versione “4.0”: un modello caratterizzato da un’automazione totale della linea.

Infatti, sono state totalmente automatizzate:

– la gestione dei mandrini di calibratura e bisellatura con la regolazione dell’utensile in base all’usura;

– il cambio formato con posizionamento automatico degli utensili;

– il controllo della misura del calibro con auto regolazione in tempo reale, rendendo la progressiva usura dell’utensile del tutto ininfluente.

Queste operazioni sono effettuabili in remoto con una stazione ad esterno cabina grazie anche a un sistema di telecamere dedicate, per visualizzare in tempo reale l’operazione di squadratura ed effettuare un controllo di posizione preciso e affidabile.

In questo modo, BMR affronta le sfide di Industry 4.0, in particolare quella della predictive maintenance, sfruttando il know how consolidato e una ricerca finalizzata al miglioramento del processo e alla progressiva eliminazione di ogni margine di errore.

MANDRINI MOTORIZZATI

In Top Squadra Dry, ogni singolo mandrino è motorizzato per raggiungere la posizione programmata grazie a un motore brushless, con controllo di posizione rilevato dall’encoder del motore stesso. La regolazione della posizione del mandrino avviene grazie al tradizionale nonio meccanico, ora motorizzato e con comando da pannello operatore.

AUTOMAZIONE TOTALE

L’automazione del processo di rettifica risulta totale. In uscita da ogni modulo, infatti, una coppia di sensori laser rileva la dimensione del calibro della piastrella in transito. Successivamente a tale misurazione, viene inviato un segnale al sistema per la richiesta di intervento di regolazione della posizione del mandrino, rendendo il processo di calibratura sempre più preciso e performante.

TELECAMERE PER IL CONTROLLO

Top Squadra Dry può anche essere dotata su richiesta di un sistema di telecamere.

Il sistema di telecamere viene installato nella parte superiore di ogni utensile che consente di acquisire le immagini in tempo reale e, conseguentemente, di ricavarne il corretto piazzamento. Se i sensori forniscono tutti i dati per comprendere l’andamento della lavorazione in termini di precisione ed efficacia, le telecamere “intelligenti” di Top Squadra Dry 4.0 offrono anche il dato visivo, permettendo all’utilizzatore di effettuare la migliore scelta possibile in corso d’opera. È infatti possibile, oltre al controllo visivo dell’operatività della mole, effettuarne anche il controllo in tempo reale dell’usura, correggendo con micro movimenti il cono di lavorazione impostato in ricetta.

Questa operazione di controllo avviene sulla singola mola, senza che si renda necessario movimentare tutte le mole e, conseguentemente, riducendo di molto i tempi di elaborazione.

CONSIDERAZIONI FINALI

La tecnologia BMR risulta quindi completa e sinergica, unendo innovazione, flessibilità, funzionaltià e assistenza per l’operatore.

In sintesi, i vantaggi riportati dalla squadratura a secco 4.0 di BMR sono:

  • Migliore efficienza e qualità di lavorazione (i.e. tolleranza di lavoro più precisa e continuativa);
  • Riduzione dei costi di mole ed energivori grazie all’inverterizzazione di tutti i motori calibratori;
  • Recupero delle polveri di squadratura con ricadute positive sull’eco sostenibilità.